Spedizione gratuita per ordini superiori a 69 €
Carrello (0)
Il tuo carrello è vuoto

Vegetal Progress

Beta-Figue®

973916226

18,50
1

973916226

Spese di spedizione: gratis

Opzione regalo disponibile

Beta-Figue® è una miscela di estratti concentrati di Fico d’India Rosso (origine Italia), Barbabietola lattofermentato (origine UE), Carruba (origine UE), Gelso nero (Morus nigra L., origine Piemonte, Italia) e Pera (origine Svizzera).

La varietà di Opuntia Ficus-Indica L. è una pianta arborescente talvolta dal portamento sarmentoso molto raccolto per affrontare i venti impetuosi, con pale di piccole dimensioni e frutti della taglia di una grande albicocca. 

Tra i principi attivi nella polpa del frutto di Opuntia ficus-indica L. troviamo un alto contenuto totale medio in polifenoli e nella buccia un alto contenuto di antiossidanti, vitamina E, minerali e di β-sitosterolo. 

Nella medicina tradizionale messicana, l'Opuntia ficus-indica è stato utilizzato nel trattamento di ustioni, ferite, edema, iperlipidemia, obesità e gastrite. Concentrati di succo del frutto sono indicati per le proprietà anti-infiammatorie, epatoprotettrice, ipoglicemiche ed anti-virali.

Nell’Africa sub-sahariana per esempio, i fiori ed i frutti di Nopal sono somministrati come agenti anti-ulcerogenici o antidiarroici ed anche come anti-emorroidi orali; la linfa del cladode viene utilizzata nel trattamento della pertosse.

In Messico le popolazioni autoctone consumano significativi quantità di frutti freschi o secchi.

Presso queste popolazioni le pale del cactus, i frutti ed i fiori godono di alta reputazione per i loro contenuti in antiossidanti, polisaccaridi della pectina e fibre.

Il Beta-Figue® può esser considerato un'ottima fonte di betalaine, aminoacidi e proteine. È curioso che le betalaine e le antocianine non siano mai state rintracciate insieme nella stessa pianta. Tale reciproca esclusività sembrerebbe essere un meccanismo evolutivo di adattamento messo a frutto dalla pianta per proteggersi contro fattori ambientali e predatori.

L’apporto quotidiano nella dieta umana delle betalaine è molto limitato, dal momento che esse possono essere assunte da poche specie: barbabietola, bietola, amaranto, fico d’india (in particolare a frutto rosso), pitaia ed alcuni tuberi. Dunque, l’assunzione di barbabietola rossa e di frutto di fico d’india contribuiscono al rifornimento di betalaine nel corpo umano.